kadour-naimi-biografia

BIOGRAFIA


PUBBLICAZIONI


REALIZAZZIONI

INSEGNAMENTO

CONTATTO

       







   

    
    Nato nel 1945 a Sidi Bel Abbès (Algéria), durante il periodo coloniale, Kadour Naimi è il primo di otto figli di un padre operaio calzolaio e di una madre di origine contadina povera.
    Participa alle manifestazioni patriotiche per l'indipendenza nazionale.
   Durante gli studi artistiche a Strasburgo (Francia), è militante nel Comité Viêt Nam (Comitato Viêt Nam)  per la liberazione del paese dall'aggressione statunitense della quale è vittima. Partecipa ugualmente al Movimento del Maggio 1968 ; durante la prima grande manifestazione pubblica a Strasburgo, prende la parola come rappresentante del  « Terzo-Mondo ».
    Alla fine del 1968, di ritorno in Algeria, è sympatisante del P.R.S. (Partito della Rivoluzione Socialista), allora partito clandestino d'opposizione, diretto da Mohamed Boudiaf.
Fonda e dirige il Théatre de la Mer.
Nel1971, per elucidare problemi di teoria e di pratica sociali, entra in corrispondenza con Louis Althusser.

     Nel 1972, dopo la sua demissione  del Théâtre de la Mer, organizza, dirige ed inseigna in un corso all'I.N.F.P.A. (Instituto Nazionale di la Formazione Professionale degli Adulti) di Algeri. Il corso consiste nel formare dei futuri animatori culturali per Centri di Formazione Professionale degli Adulti.
    Lo stesso anno 1972, i lavoratori dell'Instituto lo scelgono come segretario della sezione sindacale dell'Unione Generale dei Lavoratori Algerini. Compie la sua missione correttamente, tenendo regolarmente le assemblee dei lavoratori e presentando le loro rivendicazioni al Direttore dell'Istituto.
     A causa di qest'azione a favore dei lavoratori, nel maggio 1973, la ierarchia sindacale superiore mette fine alla sua funzione  ; una settimana dopo, la direzione dell'Istituto la fa dismettere dal suo posto di professore. Presenta la sua demissione dall'Instituto.
Di ritorno ad Orano, continua la sua attività di conscientizzazione sociale attraverso il teatro .
Nel luglio 1973, entra al T.R.O. (Teatro Regionale di Orano) ma il suo progetto teatrale, Kan yâ makân (C'era una volta) è rifiutato. Alla fine del 1973, lascia l'Algeria.
   In Belgio, ottiene una laurea in sociologia che dimostra l'aspetto di capitalismo di Stato della Gestion cosidetta « socialista Algeria ; intraprende in seguito un» deelle imprese, allora in applicazione in dottorato di ricerca in sociologia delle rivoluzioni, per capire i motivi della loro trasformazione da rottura radicale in sistema totalitario conservatore.
    Arrivato ai chiarimenti  a questo proposito, rinuncia ad una carriera universitaria e non presenta la tesi. S'interessa di cinema e, per questo, nel 1982, emigra in Italia dove ottiene la cittadinanza. Scrive e mette in scena opere teatrali, gonda e dirige la società di produzione e distribuzione Maldoror Film, il Festival Internazionale di Cinema Libero, e si occupa di letteratura.
     Dopo quarant'anni fuori dall'Algeria, nel 2012, ritorna e presenta un'opera teatrale Alhanana, ya ouled ! (La tenerezza, ragazzi !). In seguio ad un ostracismo per aver rivelato la genesi reale dell'opera teatrale Mohamed, prends ta valise, riparte all'estero dove prosegue le sue attività. 
Informazioni dettagliate si trovano sulla sua opera in francese : ÉTHIQUE ET ESTHÉTIQUE AU THÉÂTRE ET ALENTOURS.